Legalizzata la marijuana terapeutica in Libano

Il parlamento libanese ha legalizzato la cannabis per scopi terapeutici: lo rendono noto i media libanesi, citando i risultati della seduta parlamentare che si è svolta nelle ultime ore a Beirut in una sede temporanea a causa delle misure per il Covid-19.

La proposta di legge era stata presentata dal presidente della camera Nabih Berri, leader del partito sciita Amal, alleato degli Hezbollah filo-iraniani. Ma proprio gli Hezbollah, che controllano di fatto ampie zone della valle della Bekaa – notoriamente luogo di coltivazione illegale della cannabis – si sono opposti all’approvazione della legge, affermando che la legalizzazione della canapa indiana “non è fattibile dal punto di vista economico”.

Questa nuova legge non consente, comunque, il consumo della canapa indiana a scopo ricreativo, che continua ad essere vietato.