La varietà di canapa Tiborszallasi

La varietà di cannabis light Tiborszallasi è un tipo di genetica ungherese che prende il nome dalla omonima  zona di provenienza. Viene coltivata in tutto il bacino mediterraneo fino alle zone più a nord dei paesi scandinavi, ed è tra i semi certificati più utilizzati dal mercato della canapa industriale.
Si tratta di un seme messo a punto geneticamente per la produzione di biomassa, fibra e olio di canapa.

Pianta dal fogliame particolarmente folto, la Tiborszallasi viene spesso usata nelle coltivazioni di canapa per ricavare infiorescenze di marijuana light da collezione.

Il bassissimo contenuto di THC (sotto il 5%) ed il giusto apporto di CBD (circa l’8%) pone la Tiborszallasi tra le varietà di canapa più apprezzate. A questi si aggiungono i terpeni, che possono essere notati già ad una certa distanza: la piante di questa specie sono, così,  dense e resinose.

Fa parte delle dioiche, ed in molti hanno ottimi risultati anche coltivandola indoor.

I tricomi della Tiborszallasi sono osservabili anche senza l’aiuto di lente una di ingrandimento, mentre la presenza dei già sopra menzionati  terpeni si fa sentire attraverso il rilascio costante di odori e fragranze tipiche delle piante di marijuana.

La produzione outdoor finisce a luglio, dopo circa 140/150 giorni di produzione, e l’estirpazione delle piante precede il processo di essiccazione per quella parte di raccolto destinata alle infiorescenze di cannabis light. Le piante crescono copiose fino anche i 3,5 metri di altezza, assicurando un raccolto generoso e sicuro.

Le foglie della Tiborsallasi sono di color verde scuro, lo stelo di verde leggermente più chiaro e nervato. Ogni foglia di questa varietà conta 9 piccole foglie.