I cosmetici alla canapa

Anche la cosmesi impiega la canapa, ovviamente privata del THC, privilegiando proprio il CBD o cannabidiolo così come l’olio di canapa, ricavato dai semi della canapa sativa che, essendo estremamente ricco di acidi grassi omega 3, 6 e 9 e di acido linoleico, svolgendo una notevole azione antiossidante e antinfiammatoria.

Curando la pelle con l’olio di canapa si possono ridurre il turnover cellulare, gli stati infiammatori e addirittura regolare la produzione sebacea, combattendo efficacemente anche l’invecchiamento precoce causato dalla formazione di radicali liberi: l’olio di canapa rappresenta, così, un autentico elisir di giovinezza in grado di incrementare progressivamente i propri benefici in virtù di una composizione del tutto simile a quella che determina i lipidi cutanei.

Le proprietà emollienti ed elasticizzanti dell’olio di canapa tendono ad aumentare col susseguirsi delle stagioni, prevenendo la disidratazione ma preservando il naturale equilibrio del film idrolipidico che rappresenta una vera e propria barriera protettiva per la pelle del viso e del corpo. Risulta efficace anche sui capelli grazie alle caratteristiche proprietà vitaminizzanti, aiutando ad arginare secchezza e disidratazione a carico del cuoio capelluto e conferendo alla chioma corpo e luminosità. Si rivela inoltre un potente antinfiammatorio in grado di lenire le pelli sensibili, arrossate e infiammate.

Trova largo impiego anche l’olio di CBD, che ha proprietà antiossidanti, idratanti e anti-rughe, usato con successo anche come rilassante e sedativo. La cosmesi ne privilegia generalmente le proprietà antinfiammatorie, facendolo apparire particolarmente utile nel trattamento delle infiammazioni a carico della pelle, così come nel trattamento di acne, rughe, psoriasi ed eczemi.

Quali sono i fattori per i quali il CBD così come l’olio di canapa, risultano così funzionali in cosmesi? Tutto sta nelle potenzialità, appunto, del CBD, in grado di interagire col sistema endocannabinoide presente nell’organismo, aiutando il corpo a rigenerarsi: questa rete di recettori garantisce la corretta omeostasi, ovvero la stabilità dell’organismo stesso e il CBD appare particolarmente utile sotto l’aspetto dermatologico proprio perché interagisce direttamente con l’epidermide in maniera estremamente naturale, favorendone i naturali processi, con tutti i benefici che ne derivano: non si limita infatti ad operare solo sulle cellule danneggiate presenti nei tessuti, ma interviene su quelle sane, presevandole dalle aggressioni.

Sono numerose le ricerche che attestano le proprietà rigenerative del cannabidiolo, anche se è opportuno sottolineare che i benefici dei cosmetici a base di CBD tendono ad aumentare progressivamente mediante un utilizzo a lungo termine.

Sono tantissimi i vantaggi forniti dall’uso di cosmetici al CBD: infatti, questo principio attivo rappresenta uno tra i più potenti antinfiammatori naturali poiché in grado di eliminare le citochine e le chemochine infiammatorie, proteine che se eccessivamente sollecitate, possono comportare seri danni all’organismo. In questo caso i benefici dati dai cosmetici con CBD, contribuiscono a mantenerne di equilibrio, arginando l’attuazione di eventuali processi infiammatori.

Il cannabidiolo risulta efficace anche nella cura della psoriasi, contrastando la proliferazione anomala dei cheratinociti, ovvero condizione presente comunemente anche in caso di eczema. Allo stesso modo il CBD è in grado di ridurre la produzione sebacea arginando le manifestazioni acneiche gravi, condizione strettamente correlata alla pelle grassa. L’utilizzo prodotti cosmetici a base di CBD risulta pertanto determinante poiché il principio attivo agisce direttamente sull’epidermide infiammata dall’acne, rigenerando al tempo stesso le cellule danneggiate. Non si limita dunque a intervenire solo sull’effetto ma anche sulla causa, in virtù delle tipiche proprietà rigenerative. Trattandosi altresì di un antiossidante naturale, il CBD è in grado di stimolare lo sviluppo delle cellule, svolgendo un’azione nutritiva particolarmente marcata: tra le principali cause del deterioramento cutaneo e della formazione di rughe compare l’azione ossidante promossa dai radicali liberi.