Abusava di minorenni in cambio di canapa: arrestato

Un uomo di 49 anni della provincia di Varese, titolare di un negozio di cannabis light, è stato arrestato perché si faceva spesso pagare la sua merce in natura da ragazzini. L’età compresa delle vittime è tra i 14 ed i 17 anni, ed è stata complice la mancanza di denaro di questi a portare ai misfatti.

I carabinieri del nucleo operativo, coordinati dalla procura distrettuale di Milano competente per la pedopornografia hanno cominciato a scandagliare il cellulare dell’uomo, i messaggi e le chat sui social negli ultimi tre anni, riuscendo così a ricostruire una fitta rete di legami che andavano oltre lo spaccio.

Non erano le conversazioni fra pusher e cliente, ma qualcosa di più, che si spingeva nel campo dell’abuso sessuale su minori e nell’induzione alla prostituzione di 7 ragazzi. In un caso è stato molestato anche un ragazzo affetto da problemi psichici. L’esercente è stato arrestato martedì notte in forza di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Milano.