Petizione ad Udine per olio di cannabis gratis

Dopo il caso della Sicilia in cui la cannabis terapeutica è diventata gratuita per tutti i pazienti, ad Udine è stata depositata una petizione contenente 3400 firme per chiedere che sia rimborsabile l’olio di cannabis ad uso terapeutico.

Era presente alla consegna il primo firmatario Massimo Tamburlini e la consigliera regionale dei cittadini Simona Liguori. “Nel 2013 – ha spiegato Liguori, sostenitrice della petizione – il Consiglio regionale ha approvato la legge sulla “Modalità di erogazione dei medicinali e delle preparazioni magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche”. Successivamente la Giunta regionale nel 2016 ha fornito gli indirizzi applicativi per utilizzo dei medicinali a base di cannabinoidi a carico del SSR per il trattamento sintomatico di supporto ai trattamenti standard (ad esempio la terapia del dolore), quando quest’ultimi non hanno prodotto gli effetti desiderati o hanno provocato effetti secondari non tollerabili. In questo quadro – ha aggiunto Liguori – oggi si inserisce la nostra richiesta affinché possa essere rimborsabile ai pazienti anche l’olio di cannabis ad uso terapeutico e non soltanto la forma farmaceutica in cartine per il decotto o la vaporizzazione. Oltre a essere laborioso (la cottura richiede 40 min), il decotto è conservabile soltanto per un massimo di 4/5 giorni, mentre il processo di vaporizzazione richiede l’acquisto iniziale di un vaporizzatore (per una spesa di circa 350 euro) completamente a carico del paziente. Sarebbe necessario, dunque, inserire tra i medicinali a base di cannabinoidi rimborsabili anche l’olio a uso terapeutico che, causa l’elevato costo, mette in difficoltà i pazienti costretti a ricorrervi per ottimizzare la cura”.

La petizione sarà discussa in Consiglio regionale unitamente alla mozione – con le stesse finalità – presentata alcuni mesi fa dalla stessa Liguori.

Post correlati