La terapia con CBD negli animali domestici è più popolare

cbd animali

Chi ha animali domestici sa quanto sia difficile vederli soffrire di un infortunio o di una malattia . Per questo, il cannabidiolo (CBD) è attualmente una delle proposte che sta guadagnando terreno grazie ai suoi effetti positivi su cani e gatti.

Il CBD è un composto naturale che si trova nel fiore della cannabis e ha proprietà terapeutiche . Nel caso degli animali domestici, i suoi usi sono stati potenziati principalmente attraverso il consumo di oli con concentrazioni specifiche di questa molecola.

Eduardo Monge , esperto in materia, sottolinea che è importante consumare oli che siano garantiti da analisi di laboratorio . Molti contengono alti livelli di THC , che possono essere dannosi.

Il trattamento con CBD può svilupparsi in sostituzione di analgesici o infiammatori , al fine di evitare effetti collaterali che colpiscono altri organi o sistemi di animali.

Il terapista Hampik Barrera assicura che i risultati che ha ottenuto con il CBD negli animali domestici sono stati davvero notevoli . Negli ultimi sei anni ha fatto parte di un gruppo che forniva questa componente ad associazioni dedite al salvataggio e alla sterilizzazione degli animali da compagnia.

Barrera commenta che i cani con epilessia hanno tratto i maggiori benefici da questo trattamento, riducendo la frequenza di convulsioni o convulsioni durante il giorno. Diversi animali hanno sviluppato queste malattie come conseguenza di incidenti stradali.

Possibili effetti collaterali del CBD nei cani

Non ci sono dati scientifici sugli effetti collaterali dell’uso del CBD nei cani, ma esistono potenziali effetti collaterali basati su come il CBD colpisce gli esseri umani. Per ridurre al minimo i possibili effetti collaterali, è importante garantire il dosaggio appropriato per il nostro singolo cane.

 

  • Diminuzione della saliva: questo può manifestarsi come aumento della sete.
  • Bassa pressione sanguigna – È noto che alte dosi di CBD causano un calo temporaneo della pressione sanguigna. Sebbene la goccia sia piccola, può creare una breve sensazione di vertigini.
  • Sonnolenza: può causare lieve sonnolenza quando vengono utilizzate dosi più elevate.
  • Aumento della fosfatasi alcalina negli esami del sangue: numerosi lavori scientifici hanno scoperto che quando somministrato alle dosi raccomandate e sicure, il CBD provoca un aumento di un valore significativo del fegato negli esami del sangue chiamato fosfatasi alcalina (ALP). Sebbene non sia ancora noto esattamente se l’aumento di questo valore del fegato abbia un significato medico.

Altri effetti considerati negativi che potremmo osservare sarebbero ansimare eccessivo, letargia, vomito, leggera incontinenza urinaria o perdita di equilibrio. Se il tuo cane mostra uno di questi sintomi, è possibile che si stia verificando un’overdose.

Poiché qualsiasi farmaco o integratore che diamo al nostro cane comporta il rischio di una reazione, è sempre consigliabile, alla prima somministrazione, iniziare con piccole quantità e quindi monitorare attentamente gli effetti. E come sempre, controlla prima con il tuo veterinario.

Post correlati