In New Jersey è stata legalizzata la marijuana

Il New Jersey è diventato il quindicesimo stato americano dove la marijuana è diventata legale anche per uso ricreativo. Il governatore Phil Murphy ha, infatti, firmato i tre progetti di legge che ne regolamenteranno la legalizzazione.

In buona sostanza le proposte approvate depenalizzano l’utilizzo della canapa e prevedono la vendita e la tassazione di marijuana per i gli adulti di età maggiore di 21 anni. Rimane però vietata l’autoproduzione: in pratica l’approvvigionamento di cannabis dovrà necessariamente passare per il mercato.

Secondo la nuova legge i cittadini maggiorenni potranno trasportare fino a circa 170 grammi di erba senza rischiare sanzioni, inoltre le forze di polizia non potranno più fermare cittadini per il solo sospetto che stiano consumando marijuana, gli agenti che dovessero violare le disposizioni potrebbero essere accusati, infatti, di violazione dei diritti civili.

Il consumo di canapa ricreativa sarà consentito nei luoghi privati e dove è consentito il consumo di tabacco, mentre rimarrà vietato laddove lo è quello di alcol come, ad esempio, le strade pubbliche e i luoghi di transito.

L’obiettivo del governo è quello che il sistema di produzione, distribuzione e vendita della marijuana al dettaglio, attraverso il sistema dei dispensari, sia attivo entro sei mesi. I dispensari già esistenti per la distribuzione della cannabis medica – già legale nel New Jersey – saranno i primi a poter distribuire anche quella ricreativa, tuttavia prima di poterlo fare dovranno dimostrare di avere sufficienti scorte per continuare ad assicurare la fornitura necessaria ai pazienti che ne hanno bisogno.

Post correlati