Il monopolio anche sulla cannabis light

Con l’emendamento n.AS1586, in cui sono presenti quali firmatari diversi esponenti del Movimento 5 Stelle, finalmente si starebbe sbloccando la situazione di stallo in cui è versata negli ultimi mesi la filiera della canapa industriale: tale emendamento, infatti, andrebbe a regolamentare il settore mediante l’imposizione di Monopoli sulla cannabis light in modo da normarne il commercio.

Trattandosi di una manovra finanziaria, che di suo non consente l’introduzione di normative non connesse ad esigenze finanziarie, l’emendamento prevede l’applicazione di determinate accise sulla biomassa piuttosto contenute, che non riguarderebbero comunque il commercio di seme, fibra e canapulo.

L’approvazione dell’emendamento consentirebbe, quindi, di ottenere un provvedimento con decorrenza dal prossimo 1 gennaio, con ricadute senza ombra di dubbio positive sia sulla filiera agricola che sarebbe libera di produrre e conferire tutta la pianta, sia sull’industria che potrebbe trasformare il raccolto, sia sugli esercizi commerciali che potrebbero vendere lecitamente canapa industriale e derivati.

 

Post correlati