Courtney Love salva grazie alla canapa

Courtney Love, la vedova di Kurt Cobain e frontwoman delle Hole, ha raccontato di essere stata ricoverata nell’agosto 2020 a seguito di un’anemia dovuta ad anoressia, e di aver trovato la soluzione al suo problema nella canapa.

Nel messaggio postato sui social l’artista ha raccontato la sua esperienza ed ha fatto sapere ai suoi fan che sta bene. Quando si trovava all’ospedale, però, ha rischiato di morire ed era in preda a tristezza, debolezza e forti dolori, una condizione che l’aveva oltremodo debilitata. Queste le sue parole:

“Gente, sono stata male. Triste e debilitata, il dolore era indescrivibile. In agosto pesavo 44 chili e sono quasi morta in ospedale a causa dell’anemia (quasi non avevo emoglobina). Sono stata stigmatizzata per essere una tossicodipendente per nove mesi da parte di molti dottori impreparati, dei dottori al contrario, dei ciarlatani. E intanto il dolore era talmente forte da essere debilitante”.

Courtney oggi fa ricorso all’olio di cannabis:

“Uso olio di cannabis che ha tolto quasi tutti i sintomi fisici e il dolore. Un tempo mi facevo beffe di cannabis e THC. Non amo l’effetto narcotico e odio la sensazione che ti dà l’erba. Ma questa cosa è diversa. È la natura che ci dà una mano. È magia. Il CBD degli dei è miracoloso”.

Per questa scoperta la vedova Cobain ringrazia l’attore Woody Harrelson che un giorno le ha mostrato un articolo di un magazine che elencava tutti i benefici della canapa. Courtney Love ha rischiato di morire e oggi si sente rinata, più empatica verso le persone che soffrono e completamente ripulita.

Post correlati