Aumentata la vendita di marijuana per dormire

Secondo quanto riportato da un nuovo rapporto scientifico, la vendita di prodotti a base di marijuana commercializzati per aiutare a dormire è aumentata fino al 635% dall’inizio della pandemia.

Nello specifico, dall’inizio della pandemia di coronavirus, la piattaforma di acquisti e consegne della California Ganja Goddess ha riscontrato un aumento del 635% delle entrate per i prodotti a base di cannabis commercializzati per supportare il sonno, mentre la società ha registrato una crescita del 100% anno su anno.

Inoltre, l’azienda ha registrato un aumento del 275% delle entrate il 20 aprile, il giorno più importante per le vendite di consegne di cannabis e un aumento del 200% delle entrate il Cyber ​​Monday, il secondo giorno più grande per le vendite di consegne.

Il CEO di Ganja Goddess Zachary Pitts ha detto che durante la pandemia, la consegna “è diventata una forza vitale nel settore”.

In tutti gli Stati Uniti sia la marijuana terapeutica che quella ricreativa erano considerate servizi essenziali, ma anche soggette a restrizioni di vendita di persona e costrette a passare alla consegna o al ritiro a bordo strada.

In un anno pieno di sfide, abbiamo assistito a un’impennata dei consumatori che effettuano ordini di prodotti a base di cannabis commercializzati per aiutare con problemi di sonno, evidenziando uno dei tanti problemi di salute che gli americani devono affrontare durante la pandemia. La necessità fondamentale per la consegna di cannabis rimane ai massimi storici. Mentre le sfide legate alla pandemia continuano, ci impegniamo a soddisfare le crescenti esigenze dei consumatori e dei pazienti di cannabis in tutta la California”, ha affermato Pitts in una dichiarazione ufficiale.

L’azienda ha anche registrato un aumento del 53% dei tassi di conversione, superando il tasso medio di conversione dell’e-commerce dell’1-2% di oltre il 350%.

Post correlati