La scelta della varietà di cannabis light nella coltivazione indoor

Per la coltivazione indoor non tutte le varietà di canapa sono adatte, e la scelta dei semi (o delle talee) con cui iniziare la piantagione sarà di fondamentale importanza per un ottimo raccolto.

Dei fattori molto importanti da considerare sono le dimensioni e soprattutto l’altezza raggiungibile delle piante: converrà avere solo piante di piccola taglia (alte massimo 70 – 120 centimetri alla maturazione), affinché si possa avere un’illuminazione efficiente ed una maturazione uniforme.

Poichè la spesa maggiore per una coltivazione indoor sarà quella dell’energia elettrica, dovremo andare a considerare il tempo minimo necessario da dare alle piante per poter iniziare la fioritura: semi di piante provenienti da paesi tropicali o equatoriali daranno come risultato piante che richiederanno un tempo decisamente più lungo rispetto ad altri provenienti da paesi con clima temperato.

Ancora più importante sarà il tempo di fioritura: a parità di resa e di qualità, le piante che potranno maturare in tempi più ristretti costeranno meno di altre che siano più lente nella formazione di fiori e resine.

Ovviamente, con l’uso di varietà resistenti ad eventuali malattie, si ridurranno i rischi di infestazione, assicurandosi un raccolto maggiore e migliore.

Una pianta indoor dovrebbe avere i seguenti requisiti: dimensioni ridotte, rapidità di crescita e fioritura e uniformità alle malattie.

Per mantenere alcune caratteristiche importanti, alcune cannabis sativa sono state incrociate con la indica, che trasmette facilmente alla generazione successiva la rapidità di maturazione, la compattezza e la grande produzione di resina delle infiorescenze, dando la possibilità di contenere la grande taglia delle sativa non incrociate in piante dalle dimensioni accettabili: sono, così, state create ed adattate per la coltivazione indoor nuove varietà che permettono di ritrovare la qualità proprie di alcuni tipi di cannabis light che sarebbe molto difficile e dispendiosi da poter usare in interni.

Soprattutto per i primi tempi, è buona norma non utilizzare troppe varietà diverse contemporaneamente: ogni tipo di pianta avrà differenti esigenze di acqua, di nutrimenti, di calore e di luce, con diversi tempi di crescita e fioritura.

Non usate assolutamente semi dalla provenienza incerta ed, in ogni caso, i semi dovranno essere maturi, non spezzati e non più vecchi di tre anni.

Se desiderate iniziare subito la vostra coltivazione di canapa non vi resta altro che affidarvi a noi ed acquistare adesso qui le migliori varietà di semi, provare per credere…otterrete risultati straordinari!

 

Post correlati

  22 Febbraio, 2020

  21 Febbraio, 2020

  20 Febbraio, 2020