Come coltivare la canapa

canapa

In Italia è consentita la coltivazione della canapa, regolamentata dalla Legge 2 dicembre 2016, n. 242. La condizione è che il seme sia certificato e che le varietà di cannabis contengano una percentuale di THC (delta-9-tetraidrocannabinolo) inferiore allo 0,2%. Per maggiori informazioni potete anche contattare Assocanapa per ricevere informazioni a riguardo.

La canapa ha molti usi, dalla produzione di fibre tessili agli usi medici e altri usi.
La percentuale di THC può variare molto e le varietà che hanno valori tra il 7 e il 24% hanno un effetto psicoattivo. Questa quantità di THC ha portato al divieto del consumo di canapa nel 1937 con la firma da parte del presidente Roosevelt del “Marijuana Tax Act“. Successivamente, gli Stati Uniti si unirono ad altri paesi e bandirono anche la varietà a basso contenuto di THC di canapa Sativa che veniva utilizzata esclusivamente per scopi tessili e industriali.

Tecniche di coltivazione della canapa

Poiché la canapa è una pianta molto rustica che si adatta a diversi tipi di terreno, può essere coltivata quasi ovunque. Pertanto la semina che va da marzo ad aprile, si consiglia di spargere a mano (per piccole superfici) una quantità di seme pari a 50 chilogrammi per ettaro.
La canapa, per la sua rapida crescita, non ha bisogno di particolari erbe infestanti, men che meno di sostanze chimiche. Per il raccolto si utilizza una barra falciante verso la metà di agosto e il confezionamento si fa con una normale pressa dopo essere stata lasciata sul campo a riposare per un breve periodo per favorire la parziale macerazione.

La canapa è una tipica coltura da rinnovo e la preparazione del terreno è più o meno la stessa utilizzata per le altre colture da rinnovo; richiede terreni di medio impasto. I fabbisogni idrici della canapa sono limitati e l’uso dell’irrigazione può essere considerato superfluo.
Per le sue caratteristiche può essere coltivata anche in grandi vasi in casa e poi dopo la raccolta ed un periodo di essiccazione si può conservare in vasetti scuri e a chiusura ermetica per proteggere i suoi principi attivi.
Nei prossimi anni la coltivazione della canapa crescerà rapidamente, il suo utilizzo è destinato esclusivamente a scopi medici e terapeutici, per utilizzarla è bene avere una conoscenza approfondita sull’argomento e comunque si raccomanda sempre di consultare il proprio medico.

Post correlati