Come camuffare l’odore di un raccolto di cannabis

Questo è uno degli inconvenienti meno considerati all’inizio della nostra avventura come coltivatori di cannabis. La verità è che difficilmente si può immaginare che l’aroma delle piante in fiore possa attirare l’attenzione dei vicini, ma la verità è che ci sono parecchi ceppi di cannabis narcotica che emettono odori molto speziati o penetranti durante la fioritura.

Profumo nell’ambiente

È meglio non dire assolutamente a nessuno della tua coltivazione e mantenere la discrezione nella tua casa rispetto al normale. Ma oltre a questo avremo bisogno di qualche dispositivo specializzato per la soppressione degli odori.

La soluzione più economica e facile può essere quella di mettere in casa candele per deodoranti o oli bruciati che emettono odori comuni e facilmente riconoscibili come pino, vaniglia o limone. Questo risolve in parte il problema ma presenta alcuni svantaggi come il fatto che dovremo convivere con la saturazione aromatizzata di questi profumi.

Possiamo utilizzare anche ozonizzatori o trasmettitori di ozono, ampiamente utilizzati nelle cucine e nei bagni del settore alberghiero. A seconda delle dimensioni dell’area di coltivazione, uno o più di questi dispositivi vengono posizionati nella stanza o nell’armadio.

Filtrato

Dopo aver visto i sistemi precedenti, approssimativamente adattati alla coltura, ci siamo resi conto che il modo più efficace e semplice per sopprimere la fragranza è attraverso i filtri tradizionali utilizzati negli uffici e negli impianti di condizionamento industriali.

Questi sono cilindri cavi di metallo che hanno lignite attivata all’interno. Questo cilindro è collegato all’estremità del cilindro aspirante o direttamente ad esso, in modo che l’aria venga aspirata attraverso di esso, filtrando e assorbendo gli aromi indesiderati prima di portarla all’esterno, dove arriva pulita. Gli unici piccoli inconvenienti sono che il filtro è piuttosto pesante e appariscente, e che riduce la potenza di aspirazione di poco più di un terzo, quindi dovremo sovradimensionare l’aspiratore tenendo conto di questi dati.

Infine, discuteremo del sistema più efficace che abbiamo trovato: l’Ona Odor Stop. Questa invenzione è stata utilizzata per anni in Canada o negli Stati Uniti, dove la pressione della polizia e del vicinato è notevolmente più elevata e le sanzioni per la coltivazione possono essere molto gravi.

La sua macchina Odour Stop fa un lavoro straordinario, diffondendo il potente effetto dell’ONA su vaste aree, con una ventola da duecentoventicinque cfm. Il fattore Carbon Air fa un ulteriore passo avanti combinando 2 metodi popolari di controllo degli odori: un potente neutralizzatore e un filtro attivo per la lignite.

È in grado di eliminare gli odori in ambienti chiusi fino a 3.000 m2 e può essere applicato anche all’esterno. Si posiziona ovunque, senza occupare spazio effettivo nel raccolto. Regolando il flusso d’aria si sfrutta meglio l’ONA, che dura più o meno tre-quattro mesi per ogni tanica da trenta litri. a seconda dell’umidità e della temperatura circostante. In stanze piccole può raggiungere i sei mesi. Allo stesso modo, solo una parte del contenitore ONA può essere aperta, se non è richiesta l’efficienza al cento per cento. Il filtro di lignite viene cambiato in sei-otto mesi. In tal caso, l’unico inconveniente è il costo. Per trovare il prodotto, utilizzare un qualsiasi motore di ricerca su Internet e digitare «ona odor stop».

Ti potrebbe interessare anche:

Post correlati