La cannabis light contro la nausea

La cannabis light è uno dei rimedi meno conosciuti per alleviare la nausea ma è anche uno dei più efficaci. Alcuni studi hanno infatti dimostrato che nella canapa legale è contenuta un’enorme quantità di CBD, sostanza non psicoattiva dalle comprovate proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, rilassanti e anti convulsivanti.

Grazie alla cannabis light si attivano nel nostro corpo i recettori cannabinoidi e gli endocannabinoidi. Essi costituiscono il sistema endocannabinoide, un apparato che è in grado di regolare i circuiti cerebrali del vomito e svolge un’importante funzione antistress.

Gli scienziati hanno evidenziato che l’agonismo dei recettori cannabinoidi (CB1) contribuisce a ridurre la sensazione di nausea e allo stesso tempo il loro antagonismo produce l’effetto inverso.

Un’altra ricerca scientifica effettuata sui topi ha confermato che il CBD presenta notevoli proprietà antiemetiche e, se assunto insieme al THC, riduce la sensazione di vomito e nausea.

Per attivare i recettori del sistema endocannabinoide e alleviare immediatamente i sintomi della nausea potete assumere del cannabidiolo nelle sue diverse formulazioni: in e olio.

Il CBD in cristalli è indicato soprattutto per attenuare i crampi derivanti dalla nausea ed eliminare le tossine se si hanno dei problemi digestivi.

L’olio di CBD, estratto dalla cannabis light, viene solitamente utilizzato nel trattamento della nausea da viaggio o in quella derivante da sindrome influenzale.

Post correlati

  19 Settembre, 2020

  17 Settembre, 2020

  16 Settembre, 2020