Il latte di canapa: i benefici, le proprietà e la ricetta per farlo in casa

Le proprietà benefiche del latte di canapa sono numerosissime, così dovrebbe essere utilizzato con regolarità anche da coloro che non vogliono rinunciare al latte vaccino.

Se lo preparate con i nostri semi di canapa sarà privo di pesticidi, nonché ricco di acidi grassi come l’omega 3 e l’omega 6. Le proprietà del latte di canapa biologico sono tantissime. Sapevate ad esempio che contiene il 46% del calcio che dovremo assumere quotidianamente? Il latte di mucca ne contiene solo il 30%.

Inoltre è ricco di proteine, fibre, ferro, vitamina A, D ed E.

Oltre a possedere proprietà antinfiammatorie, è molto nutriente: infatti, rinforza l’organismo prevenendo diverse malattie.

Essendo latte al 100% vegetale non contiene neanche gli ormoni che vengono spesso somministrati alle mucche. Può essere tranquillamente utilizzato dai soggetti allergici o intolleranti ai latticini.

E’ una bevanda energizzante, così dovrebbe essere consumata al mattino come un normale latte, in modo da dare un effetto saziante e trovare la giusta spinta per affrontare i numerosi impegni della giornata.

Qualora vogliate preparare il latte di canapa in casa, avete bisogno dei semi di canapa sativa, che potete acquistare qui.

INGREDIENTI PER 1 LITRO DI LATTE

200 grammi di semi di canapa

Dolcificante (ad esempio il succo di agave)

1,2 litri d’acqua

Qualche fettina di banana

Strumenti necessari

Gli strumenti necessari per la preparazione sono un colino con maglie sottili, 1 frullatore, 1 ciotola, 1 bottiglia di vetro e 1 imbuto.

Prendete i semi di canapa e versateli nel frullatore. Aggiungete poco meno della metà di tutta l’acqua necessaria e se lo desiderate, mettete anche il dolcificante. Iniziate a frullare, versando un po’ alla volta la restante acqua. Continuate così per qualche minuto, fino a quando i semi non sono ben tritati. Se lo desiderare potete aggiungere anche le fettine di banana, così da rendere più corposo il gusto del vostro latte di canapa. Prendete il vostro colino con maglie sottili per filtrare il latte mentre lo versate nella ciotola o bottiglia.

Avete così concluso la fase di preparazione del latte di canapa! Potete berlo così com’è, ma può anche essere anche un ingrediente di base per i frullati di frutta fatti in casa o qualche dolce. Si consiglia anche di non buttare via la “polpa” avanzata quando avete filtrato il latte e di utilizzarla piuttosto per creare alcune ricette salate.

Per quanto riguarda la conservazione del latte di canapa, non differisce tanto da quella del latte di mucca: va, infatti, tenuto ben chiuso in frigorifero per un massimo di 3 giorni. L’ideale è conservarlo in una bottiglia di vetro.

 

Post correlati