Gli Stati Uniti avvertono le aziende che vendono delta-8-thc

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha emesso avvertimenti a cinque aziende che vendono prodotti contenenti il ​​cannabinoide delta-8-THC non regolamentato. Questa è la prima volta che la FDA ha intrapreso un’azione seria sulla questione del delta-8-thc, un cannabinoide che ha guadagnato molta popolarità negli ultimi due anni perché è psicoattivo ma non è controllato o perseguito nel paese. 

Secondo Marijuana Moment , cinque aziende hanno ricevuto notifiche dalla FDA avvertendole che stanno vendendo prodotti contenenti il ​​cannabinoide e promuovendoli con affermazioni sul loro potenziale terapeutico che non sono autorizzate. Questa settimana l’agenzia ha dichiarato in una dichiarazione che sta assistendo a una proliferazione di delta-8 THC in caramelle, biscotti, bevande, cereali per la colazione, cioccolatini, caramelle gommose, concentrati e cartucce per vaporizzatori.

“La FDA è molto preoccupata per la crescente popolarità dei prodotti THC delta-8 venduti online e nei negozi di tutto il paese”, ha affermato Janet Woodcock, vice commissario principale dell’agenzia, nel comunicato stampa citato da Marijuana Moment . “Questi prodotti spesso affermano che trattano o alleviano gli effetti collaterali relativi a un’ampia varietà di condizioni mediche o malattie, tra cui cancro, sclerosi multipla, dolore cronico, nausea e ansia”.

La FDA e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno già emesso un avviso a settembre sui potenziali rischi del delta-8 THC per i consumatori. “È importante che i consumatori sappiano che i prodotti Delta-8 THC non sono stati valutati o approvati dalla FDA per un uso sicuro in nessun contesto. Possono essere commercializzati in modi che mettono in pericolo la salute pubblica e, soprattutto, dovrebbero essere tenuti fuori dalla portata di bambini e animali domestici”, ha affermato la FDA all’epoca.

Delta-8-THC è un cannabinoide naturalmente presente nella pianta di cannabis in concentrazioni molto piccole. La struttura chimica del Delta-8-THC è praticamente identica a quella del Delta-9-THC (il noto THC), e differiscono solo per la forma del legame che unisce due atomi della molecola. Gli effetti del Delta-8-THC non sono stati studiati, quindi al momento abbiamo solo riferimenti di persone che l’hanno provato e che parlano di un effetto simile a quello della marijuana, ma più mite.

Delta-8 THC non è elencato nell’elenco degli Stati Uniti Controlled Substances Act ed è prodotto dai coltivatori con CBD. Dopo l’approvazione del Farm Bill del 2018, che regolamentava la produzione di canapa e CBD su tutto il territorio federale, molti imprenditori pensavano che il Delta-8 THC sarebbe stato legalmente coperto per essere estratto dal CBD. Ma trattandosi di una sostanza psicoattiva, i legislatori di alcuni stati hanno scelto di vietarne la commercializzazione, mentre altri l’hanno regolamentata .

Ti potrebbe interessare anche:

Post correlati